X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.

TI SERVE UN’AMBULANZA?

Ti serve un trasporto non urgente (trasferimento)?

Quando non devo chiamare il 112?volantino ti serve un trasporto
Quando il problema sanitario non è urgente e la persona non è in pericolo di vita; oppure se sussiste il bisogno del solo trasporto di un paziente (per un ricovero programmato, una visita di controllo in ospedale, per la dimissione da una struttura o il trasferimento da un ospedale ad un altro).

Allora chi chiamo?
Per un problema sanitario non urgente o per un'eventuale visita domiciliare bisogna chiamare il medico di base o la Guardia Medica.

Nome e Cognome: *

Indirizzo Email: *

Telefono:

Luogo di partenza: *

Luogo di destinazione: *

Data di trasporto: *

Ora di trasporto: *

Tipo automezzo: *

Tipologia paziente: *

Peso paziente Kg: *

Eventuali comunicazioni: *

* Dati obbligatori
Privacy art. 13 del d.lgs. 196/2003

ATTENZIONE:
La compilazione del presente modulo NON RAPPRESENTA L'EFFETTIVA PRENOTAZIONE dell'ambulanza ma una RICHIESTA DI DISPONIBILITÀ.
Verrete ricontattati dal personale il prima possibile con una risposta alle vostre esigenze.

E' urgente?


chiama il 112 : il numero unico per le emergenze 

Per chiamare un'ambulanza basta comporre il numero unico per le emergenze 112. Il numero è attivo 24 ore su 24, è gratuito e raggiungibile da qualunque telefono (fisso o cellulare) anche senza credito.

Quando chiamare il 112?
Si può chiamare il 112 in caso di incidente stradale, dolore improvviso al torace, perdita di coscienza, infortuni, o in qualunque caso si ritenga di avere un problema sanitario urgente che necessita del soccorso sul luogo dell'evento.
Il 118 è un numero per le emergenze, da considerare come una chiamata "salvavita". Non va quindi usato per evitare di rivolgersi al proprio medico curante.

Chi risponde al numero 112?
A questa chiamata risponde personale formato per stabilire, attraverso alcune domande veloci, quale mezzo di soccorso inviare sul posto in base al problema specifico descritto. E' importante rispondere chiaramente alle domande che vengono formulate dagli addetti del 112, proprio per garantire una scelta accurata del mezzo di soccorso adatto.

Cosa devo dire?
L'infermiere ha bisogno di sapere:
ο    numero di telefono (per poter richiamare se necessario)
ο    dove c'è bisogno di soccorso: località, via, numero civico, riferimenti utili per raggiungere il posto
ο    cosa succede: un malore, un incidente in macchina, moto, quanti feriti, ecc…
ο    se possibile, quanto è grave la situazione: il paziente è sveglio, come respira, prende dei farmaci, ha già avuto questo problema; il ferito si muove, perde sangue, è incastrato, ecc…
Anche se è difficile, bisogna cercare di parlare senza fretta e senza urlare per evitare errori di comprensione.

Perchè tante domande? Non si perde solo tempo? 
L'infermiere che risponde al telefono non deve salire in ambulanza e non è da solo: mentre lui fa le domande, un altro equipaggio è pronto per partire verso il luogo dell'evento. Se necessario, l'infermiere può consigliare le prime cure da prestare fino all'arrivo dei soccorsi.

Dopo la telefonata cosa succede?
L'infermiere, in base alle risposte ricevute, decide quale equipaggio di soccorso inviare e con che mezzo (ambulanza, elicottero, automedica). Appena giunta sul posto, l'équipe di soccorso valuta la situazione e presta le prime cure.
Se necessario trasporta la persona soccorsa in Pronto Soccorso per la prosecuzione delle cure e per gli accertamenti del caso.


    • Seguici su:


Privacy - Cookie | Svlluppato da InfoMyWeb - Segnalati su TusciaInVetrina.info - Credits

Copyright © 2017 All Rights Reserved - Associazione della Croce Rossa Italiana, Comitato di Viterbo - Strada Mammagialla s.n.c. - P.I. e C.F. 02135130561